Coronavirus | Informazioni sulle visite

2. Giugno 2020

La sicurezza e la salute dei nostri ospiti e dei nostri collaboratori continuano ad avere la massima priorità.

Un allentamento generale del divieto di visita è attualmente in corso di attuazione in tutto il Gruppo Tertianum. Tuttavia, per quanto riguarda il regolamento di visita valgono diverse disposizioni cantonali.

Contattate la struttura di vostra scelta per ulteriori informazioni e organizzate la vostra visita individuale in anticipo.

NB: Nuove ammissioni e visite della struttura per interessati sono possibili su appuntamento

Tertianum
    Soluzioni abitative nella terza e quarta età

Benvenuti nei centri abitativi e di cura Tertianum

Zurigo
23.11.2016

Il trasloco in una casa per anziani rappresenta un grande cambiamento. Considerate le circostanze, è ancora più importante garantire una buona accoglienza e un'assistenza empatica il primo giorno. Le strutture Tertianum si adoperano per far sì che l'ospite si senta sin dall'inizio a proprio agio nella sua nuova dimora.

Il primo giorno suscita spesso sentimenti misti. Il trasferimento nel centro abitativo e di cura segna l'inizio di una nuova fase della vita. Nella maggior parte dei casi ha luogo direttamente dall'abitazione o dopo un soggiorno ospedaliero. Comporta comunque l'abbandono di tutto ciò che era familiare e la necessità di riorganizzarsi.

Il Centro abitativo e di cura Tertianum Sternmatt di Lucerna offre una nuova dimora alle persone affette da demenza. Rosa Mathis, Direttrice della struttura Sternmatt, ha già potuto accogliere numerosi ospiti nel suo centro: «Sovente i familiari di persone affette da demenza si trovano nell'impossibilità di assistere i propri cari a casa, soprattutto a causa dell'alterazione del ritmo di vita quotidiano o di crescenti aggressioni».

Il primo giorno nella nuova dimora

«Viviamo una cultura dell'accoglienza», spiega Martin Stierli, Direttore del Centro abitativo e di cura Tertianum Grünegg di Wald (ZH). A Grünegg, come nelle altre strutture Tertianum, il nuovo ospite viene ricevuto dai quadri e dallo specialista in cure responsabile della giornata. Dal primo minuto è presente una persona di riferimento assegnata in modo fisso, il che infonde un sentimento di sicurezza e protezione. In occasione del primo pasto in comune, il nuovo ospite viene presentato agli altri anziani. L'arrivo di un nuovo ospite viene preannunciato sulla bacheca informativa. La comunicazione attiva è importante per gli ospiti della struttura: il preavviso suscita curiosità e aspettative nei confronti del futuro ospite.

L'integrazione dei nuovi arrivati funziona per lo più senza problemi. Grazie a un'appropriata assegnazione del posto nella sala da pranzo e alla partecipazione al programma di attivazione, gli anziani imparano rapidamente a conoscere tutti i presenti. «I terapisti di attivazione si informano sulle attività preferite dal nuovo ospite in modo da concepire il programma di conseguenza», spiega Germaine Beuret, Direttrice del Centro abitativo e di cura Tertianum Bergsicht di Kirchlindach (BE).

Sentimenti misti

All'arrivo nella struttura molti ospiti sono stanchi o tristi e desiderano tranquillità. La nuova camera, arredata con amore dai familiari e dal personale, offre la possibilità di ritirarsi e stare da soli. Martin Stierli spiega: «Trasmettiamo protezione, considerazione e favoriamo un sentimento di autodeterminazione. I nuovi arrivati apprezzano questo approccio poiché permette loro di familiarizzare più facilmente con il nuovo ambiente».

Si intrattiene uno stretto contatto anche con i familiari. Il distacco risulta difficile in particolare – e comprensibilmente – per i coniugi, i quali sono quindi ben contenti di essere tenuti sempre aggiornati. «Comunichiamo attivamente e il secondo giorno forniamo ad esempio un resoconto di come è trascorsa la prima notte. È un gesto molto apprezzato», conclude Rosa Mathis.

Ähnliche Beiträge

Tertianum, Alterswohnungen für Senioren

Perché per Tertianum è importante che gli ambienti siano adatti alla terza e alla quarta età

Esistono diverse forme abitative per anziani. Ciò che le accomuna è il fatto che sono concepite nel modo più consono possibile all'età. Tertianum attribuisce la massima importanza a soluzioni abitative adeguate all'età.

Perché le soluzioni abitative per la terza e quarta età soddisfano tutti i requisiti di sicurezza

Negli ultimi anni la richiesta di soluzioni abitative per la terza e quarta età è aumentata costantemente. Le elevate aspettative di vita e la crescente individualizzazione favoriscono questo aumento. Tertianum risponde a questa necessità con soluzioni abitative per la terza e quarta età individuali e propone un’interessante offerta di servizi.

Tertianum, Wohnen im Alter, Lebensqualität erhalten durch beste Pflege für Senioren

Ecco perché Tertianum è la dimora ideale per la terza e la quarta età

Il Gruppo Tertianum comprende 75 residenze per anziani e centri abitativi e di cura in tutta la Svizzera. La pluriennale esperienza e le dimensioni del Gruppo garantiscono un'elevata competenza delle cure e dell'assistenza. Le strutture Tertianum sono il luogo ideale in cui abitare nella terza e quarta età.