Coronavirus | Informazioni sulle visite

2. Giugno 2020

La sicurezza e la salute dei nostri ospiti e dei nostri collaboratori continuano ad avere la massima priorità.

Un allentamento generale del divieto di visita è attualmente in corso di attuazione in tutto il Gruppo Tertianum. Tuttavia, per quanto riguarda il regolamento di visita valgono diverse disposizioni cantonali.

Contattate la struttura di vostra scelta per ulteriori informazioni e organizzate la vostra visita individuale in anticipo.

NB: Nuove ammissioni e visite della struttura per interessati sono possibili su appuntamento

Tertianum
    Soluzioni abitative nella terza e quarta età

Perché la salute passa dallo stomaco

Zurigo
18.01.2017

Nelle strutture Tertianum si presta molta attenzione alla cucina. Menù gustosi e di stagione sono importanti per il benessere degli ospiti. Gli anziani vengono coinvolti attivamente nella pianificazione della carta dei menù e possono mettere direttamente mano ai fornelli durante le ore dedicate alla cucina e alla preparazione di dolci.

Tertianum serve pietanze sane, equilibrate e consone all'età, tenendo tuttavia conto anche dei desideri culinari individuali degli ospiti. «Il nostro staff di cucina apprezza il contatto diretto con gli anziani. Sa che i pasti che prepara contribuiscono in larga misura al benessere degli ospiti», spiega Prisca Pschorn, Responsabile Economia domestica e Attivazione presso i Centri abitativi e di cura Feldegg e Steinegg. Le strutture Tertianum attribuiscono grande importanza anche all'igiene e a un impiego parsimonioso delle risorse.

Cucinare e preparare dolci da sé è ancora più divertente

«Per i nostri ospiti è importante conoscere lo staff di cucina», afferma Saara Hafner dei Centri abitativi e di cura Tertianum Waldhof e Rägeboge. Alcuni di loro sanno ad esempio chi è il cuoco di turno di volta in volta.

Gli ospiti vengono coinvolti attivamente nella pianificazione settimanale del menù. Inoltre, possono mettersi personalmente ai fornelli. Le ricette dolci sono le più apprezzate. E anche le ore di cucina sono ben frequentate. «È sempre molto divertente», racconta Prisca Pschorn. Le attività in cucina fanno piacere agli ospiti e consentono loro di provare soddisfazione per la riuscita del lavoro. Anche se non tutte le operazioni funzionano bene come prima, il risultato può essere di tutto rispetto – sia per la vista, sia per il palato. E questo aumenta l'autostima. Cucinare e preparare dolci regolarmente è utile anche a fini terapeutici. Si allena la memoria, si esercita la motricità fine e nel contempo si stimolano i sensi. La priorità è sempre data al lavoro di gruppo. Gli ospiti si sostengono a vicenda. Nelle strutture Tertianum si vive la comunità.

Un'offerta importante per le persone affette da demenza

«Gli ospiti affetti da demenza percepiscono solo raramente la presenza dello staff di cucina. Conta di più che il cibo sia buono», spiega Saara Hafner. Cucinare e preparare dolci quale offerta di attivazione è tuttavia importante anche per queste persone. Tale offerta viene costantemente adeguata e deve essere pianificata in modo molto accurato. Gli ospiti affetti da demenza hanno una maggiore necessità di muoversi, di cui occorre tenere conto anche durante l'ora di cucina. In molti anziani si constatano crescenti difficoltà di coordinamento e irrequietezza. Nell'ambito delle attività in cucina è pertanto importante evitare che si creino situazioni caratterizzate da rumore, frenesia e stress. L'ora di cucina deve essere impostata in modo semplice. Un'eccessiva quantità di nozioni sconosciute può disorientare gli ospiti con demenza. Per molti anziani cucinare è un'attività familiare. Favorisce la creatività ed è importante per l'autostima.

Ähnliche Beiträge

Arriva l’estate: ecco come prepararsi alla calura

Il caldo è ormai alle porte e può mettere in pericolo la salute delle persone in età avanzata. Si parla di canicola quando si registrano umidità elevata e alte temperature anche di notte per più di 48 ore. Il personale del Tertianum Parco Maraini è formato per eseguire le procedure adatte alla terza e quarta età in caso di canicola.

Come vivere la terza e quarta età in vacanza

L'invitante area verde con vista sulle montagne offre diversi spazi adatti per sedersi e rilassarsi, chiacchierare e prendere il sole. Elisa Baranzini, pensionata, gode di tutto questo davanti a un buon piatto genuino. La Signora Elisa è molto felice di poter vivere nel Centro abitativo e di cura Turrita a Bellinzona nell’suo appartamento di due camere e mezzo.

Tertianum Wohn- und Pflegezentrum, Lebensfreude im Alter durch individuelle Aktivitäten für Senioren

Come rimanere attivi nella terza e quarta età

Elevata qualità di vita, soluzioni abitative autonome con assistenza, cure ottimali nonché una ricca proposta di attività occupazionali e per il tempo libero: è quanto offre Tertianum nelle sue 13 residenze e nei suoi 62 centri abitativi e di cura. Grande attenzione è rivolta alla qualità dei servizi e alla soddisfazione degli ospiti. Si punta in particolare a un'offerta di attivazione varia.